Il trasloco: come farlo in modo rapido ed efficiente

 

I traslochi facili ed efficienti sembrano un miraggio eppure esistono, basta organizzarsi accuratamente e seguire alcune semplici regole che consentono di minimizzare lo stress ed evitare danni e ritardi inutili.

Basta osservare alcuni precisi suggerimenti affinché traslocare non si trasformi in un incubo, ma, al contrario, rappresenti un passaggio positivo e costruttivo per il nuovo inizio che ci aspetta. La prima regola, un po’ noiosa, da osservare è l’attenzione al piano burocratico dell’operazione.

Un buon trasloco ha bisogno di una serie di pratiche e documenti che devono, per legge, accompagnare questa fase. Quindi, prima di traslocare concentriamoci a quelle questioni formali necessarie: dalle utenze ai documenti fino alla scuola dei bambini.

E a proposito di questi ultimi, consideriamo sempre che se un trasloco può essere pesante per noi, immaginiamo per i piccoli, cerchiamo, quindi, di affidarli preventivamente a nonni o babysitter così da non farli innervosire troppo.

A questo punto possiamo dedicarci all’imballaggio di oggetti e piccoli mobili di casa, munendoci per tempo di pennarello, scatoloni, fogli di plastica e tutto l’occorrente.

Procediamo ora a inscatolare tutto, scrivendo sempre cosa si trova in ogni scatola. Cominciamo dalle cose più piccole e da quelle più delicate, avendo così cura di mettere via man mano i libri, i soprammobili e gli oggetti fragili da incartare e proteggere con estrema attenzione.

Per le cose più ingombranti usiamo scatole grandi, perfette per pentole, piccoli elettrodomestici e biancheria di casa. Ogni scatolone andrà opportunamente sigillato con il nastro adesivo e messo da parte.

Questa prima fase sembra scontata, ma più procediamo velocemente e con precisione all’imballaggio, meno problemi avremo nel momento del trasloco vero e proprio. Per questo è importante prenderci tutto il tempo di cui abbiamo bisogno, magari cominciando a mettere via gli oggetti che utilizziamo meno e lasciando quelli quotidiani per ultimi.

Cerchiamo anche di non caricare esageratamente le scatole, così da non rischiare danni e strappi muscolari! Le cose di prima necessità, poi, cerchiamo di tenerle più a portata di mano possibile, ricordandoci che nella nuova sistemazione non riusciremo ad aprire tutti gli scatoloni contemporaneamente e quindi sarà meglio sapere esattamente dove abbiamo riposto dentifricio, biancheria e saponi!

Una volta che tutto il materiale è pronto, occorre predisporre il vero e proprio trasloco logistico. Per traslochi facili ed efficienti, il consiglio principale resta sempre quello di affidarsi a ditte specializzate nel settore che sapranno aiutarci a rendere questa operazione di certo più semplice e rapida di quanto faremmo con il fai da te.

Se poi il dubbio è in merito al costo di un trasloco affidato a un’impresa, consideriamo che, soprattutto in casi come questo, spendere qualcosa in più consiste in un investimento sulla buona riuscita dell’impresa. Su Roma ad esempio, si può fare affidamento su Traslocase.

La ditta si occuperà quindi dell’imballaggio e dello spostamento dei mobili ingombranti, evitando danni e rotture, e della sistemazione di ogni cosa nella nuova abitazione o nel nuovo ufficio. Un team specializzato non avrà problemi anche nel caso in cui il locale si trovi a un piano alto o con oggetti particolarmente pesanti.

In questo senso, quindi, non dovremo davvero occuparci di nulla se non di indicare ai traslocatori dove sistemare mobili e scatole, così da avere poi la possibilità di dedicarci agli ultimi ritocchi senza pensieri e perdite di tempo.

Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *